Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Dammi mille baci, poi cento poi altri mille

Antefatto. Il 2 settembre in Cile è andata in piazza la prima protesta dei baci per salvare la scuola pubblica. Dietro la manifestazione c'è questa giovane, bellissima, carismatica e appassionata fanciulla dagli occhi grigio-blu e con il piercing al naso, Camila Vallejo,

Camila
presidente della Federazione degli studenti universitari del Cile e star mediatica planetaria di quest'estate, niente a che vedere con le nostre insulse veline fidanzate di calciatori o di aspiranti naufraghi dell'Isola dei famosi . Camila studia geografia, ha ventitré anni e in meno di un mese, fra giugno e luglio, ha convocato tre manifestazioni per rivendicare una riforma dell'istruzione pubblica  "di qualità" portando in piazza folle mai viste di studenti, genitori e professori.  

Ultimo atto della protesta, la maratona del bacio nella piazza principale di Santiago del Cile, ora vi linko una delle foto.

Cile
E fin qui il Cile e so perfettamente cosa state pensando in questo momento, che ci interessa per carità, ma abbiamo le nostre cose, la riforma Gelmini, gli scioperi, le classi pollaio, i tagli al sostegno, gli spread altissimi, il rischio default, la crisi dell'euro, la manovra. Insomma, come vuoi che ci possiamo occupare di cosa succede in Sudamerica quando abbiamo le cose nostre che ci preoccupano e non poco?

Un ultimo minuto di pazienza ("un attimino" come si diceva qualche anno fa) e ci arrivo. Succede ora che ai ragazzi e agli insegnanti la protesta cilena è piaciuta ma non poco, tantissimo! E si scrivono su Internet pensando di organizzare una maratona qualcosa di analogo qui da noi

Care ragazzi e cari ragazzi che trepidate per la manifestazione baciatoria anti-Gelmini, anche a me modestamente sembra un'idea bellissima. Se poi durante la manifestazione declamate  in latino il carme 5 di Catullo  (dammi mille baci, poi cento, poi mille altri, poi ancora cento, poi sempre altri mille, poi cento) magari nella traduzione di Salvatore Quasimodo, mi sembra la classica occasione per prendere due piccioni con una fava: protestare e - perchè no – studiare…