Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Invalsi, un dolore in più per i genitori dei bambini disabili

In questi giorni di polemiche sulle prove Invalsi, sull'utilità/inutilità delle prove, sui rischi di banalizzare la scuola e sui pericoli a non misurare  qualità e merito, c'è - a margine, troppo a margine- il  dolore e lo spaesamento che si coglie tra i  genitori dei bambini disabili che frequentano le scuole italiane.  Le domande sono moltissime.  All'Invalsi, a Frascati, gran parte dei quesiti giunti nelle settimane che hanno preceduto le prove, riguardavano proprio loro, i bambini con disabilità. Sottoporli ai test, oppure no. Portarli a scuola, tenerli a casa. Sottoporli alle prove ma in un'altra stanza, senza inviare poi i test all'Invalsi per non farli rientrare nella elaborazione statistica. Io non mi permetto di dare risposte o sollevare obiezioni o anche sospettare un ritorno in auge delle classi differenziate. Più di una volta in questo blog mi sono detta convinta della necessità che la scuola italiana si doti di un sistema di valutazione. Ma penso anche che i test abbiano, se non un cuore, certamente una testa, nel ministro Gelmini e nel presidente dell'Invalsi, che attualmente non c'è. E magari più che la relazione dell'Istituto sugli allievi con i bisogni educativi speciali – indispensabile alle scuole, ai presidi, agli insegnanti – ai genitori sarebbe servita una dichiarazione, un'intervista, un'apparizione in televisione . Un sorriso per spiegare, per condividere. E per dimostrare sensibilità e attenzione.  Sul tema della disabilità, vi consiglio la lettura dell'intervista a Claudio Imprudente su Education 2.0. Quando nacque, alla mamma fu detto che sarebbe stato un vegetale per tutta la vita. Il 18 maggio, Claudio Imprudente, che ama definirsi "un geranio fiorito tra i vegetali", otterrà la laurea honoris causa in formazione e cooperazione all'Università di Bologna. 

  • alessandra gabrielli |

    credo che le prove invalsi abbiano anche la gravissima scorrettezza di essere dei test di intelligenza (peraltro inadeguati) mascherati da valutazioni sul livello di apprendimento scolastico…

  Post Precedente
Post Successivo