Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Kate e la scuola giusta per sposare il principe

Di lui dicono non sia oltremodo sveglio, è atletico ma già un po'stempiato e (poverino!) ha l'aria  decisamente boring del papà.  Insomma, un bel ragazzo ma noioso come quelle trasmissioni delle Bbc in cui il border collie deve sistemare nel recinto un branco di pecore.  Perchè di  tutti i benestanti presenti sul pianeta – figli di oligarchi russi, di magnati dell'acciaio indiani, di sultani e sceicchi gonfi di petroldollari -  Mamma Carole si sia concentrata sul principino William per maritare la figlia Kate non è chiaro ma è esattamente quello che è successo.  Prima il Marlborough College (27mila pounds all'anno), esclusivissima boarding school nelle campagne del Wiltishire.  In effetti Willam lì non c'era,  in  quegli anni frequentava Eton (bandita alle ragazze, la scuola è solo maschile) ma intanto Kate ha intrecciato una rete di amicizie che l'avrebbero poi condotta all'Abbazia di Westminister  in abito nuziale. Dopo il Marlborough, ecco il luogo dove scocca la scintilla, la University of St Andrews, in Scozia. Dicono che Kate sia stata mandata lì  solo dopo che  i Windsor avevano diffuso la notizia dell'iscrizione del principe al corso di storia dell'arte.  Tra una lezione sul capitello dorico e una sulla volta botte, nasce l'amore.  Venerdì, il Royal Wedding e l'investimento dovrebbe quindi andare a reddito.  Mi resta qualche perplessità sulla scelta della scuola più adatta ad accalappiare il nababbo, che forse resta  – a mio modesto parere anche se Mamma Carole evidentemente non è d'accordo – il solito collegio svizzero. Rosey costa decisamente di più (60mila euro all'anno), come Beausoleil ed Aiglon (dove ha studiato Tatiana Blatnik che l'anno scorso è andata sposa al principe Nikolaos di Grecia) ma vuoi mettere l'inverno sulle nevi di Gstaad con l'umidità e il grigiore della campagna inglese?