Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

La vita che si alza

Ma dico:  li avete guardati bene questi vostri ragazzi? Studenti, figli, compagni occasionali di viaggio in metropolitana o sul tram. Sfrontatamente appoggiati alla moto, che tracannano birra sul marciapiede del bar. Come Marlon Brando in Fronte del Porto, anche se non hanno assolutamente idea di chi sia Marlon Brando, figuriamoci questa roba poi,  Fronte del Porto.  Che ridono e dicono parolacce (sono compulsivamente coprolalici). Che lanciano tiri al pallone nel cortile di fronte casa o nei giardinetti davanti a scuola .  Che fumano e sputano, perchè ora hanno preso il brutto vizio dei calciatori e dei cinesi, anche se non sono calciatori e nemmeno cinesi. Che vi salutano al mattino per andare a scuola. O quando entrate in classe. Salve Prof. E vi ri-salutano la sera mentre vanno in garage a prendere il motorino. Ciao Pa'. Ora alzo anche un po' la voce nel chiedervelo di nuovo: ma davvero non ve ne siete accorti? Eppure ne avete fatte di battaglie con i fratelli maggiori, di assemblea in aula genitori. E le circolari? Vogliamo parlare delle circolari in cui si stigmatizzava un andazzo, si diceva in quest'istituto non sarà più tollerato. Invece loro niente, se ne fregavano.  E tiravano quei jeans giù, sempre più giù, oscenamente giù. Quanti boxer abbiamo visto in questi anni, quante andature deturpate dal cavallo abbassato a metà coscia. "E' l'antidoto che ho al futuro anonimo, la scritta Calvin Klein, la firma D&G tatuata sugli slip, sopra la vita dei jeans che quest'anno va bassa, va bassa" cantavano i Baustelle ed era solo il 2008, mica 20 anni fa. Mi racconta Barbara che di ragazzi (maschi) ne ha tre in casa e molti di più in classe:  " Li ho sentiti dire al compagno ma tirati su quei pantaloni che ti si vedono le mutande…" Alberto Arbasino ci ha pure scritto un libro " La vita bassa". Ora chi glielo dice che si è alzata?!?

  • gidem |

    Parole sante!
    Quando ero piccolo per essere “contro” dovevi fare il metallaro sciatto. Poi è arrivato il grunge e ci ha rovinati: tutti con i camicioni di flanella e il capello arruffato. Poi anche quello si è fatto moda e la sciatteria noncurante, da stile di vita si è trasformata in stile, anzi style. Ora siamo all’ennesima nemesi e dopo aver saccheggiato i Sessanta e i Settanta ci ritroviamo in pieno riflusso anni Ottanta, solo che i fuseaux ora si chiamano leggins (ma Superga e Converse sono sempre loro). Ma almeno, vivaddio, il coccige è tornato dentro i pantaloni!

  • paola bottelli |

    sì sì, è da un bel po’ che per i ragazzi è più alta. e sistemata più in alto. quasi al posto giusto. ancora una o due stagioni e si tornerà allo standard. del resto, per le dames parigine il pantalone di Céline a vita decisamente alta era già in auge nell’inverno appena trascorso. ça va sans dire…

  Post Precedente
Post Successivo